Polpo su crema di fave

Polpo su crema di fave


ricetta polpo e crema di fave



Vi presento un secondo molto buono, che unisce due proteine, ma lo fa molto bene.

Il polpo, a me piace in insalata, ma a lungo andare potrebbe scocciare, quindi perché non creare una base a questo mollusco? Un accompagnamento cremoso, colorato e saporito?


Una ricetta sfiziosa per preparare il polpo in maniera diversa

Prepariamo il polpo


Intanto mettiamo su una pentola capiente, con acqua e un paio di foglie di alloro, che porteremo ad ebollizione.

Nel frattempo che l'acqua vada ad ebollizione, di solito pulisco il polpo, e cerco di togliere sabbia o impurità dalle ventose, tolgo completamente la testa che pulisco ed userò comunque privandola del beccuccio e sporco.

Appena inizia il bollore immergo solamente per pochi secondi il polpo e lo tiro su, e faccio questo per un tre volte, in modo da far arricciare i tentacoli e far entrare meglio tutto nell'acqua.

Poi lascio tutto nell'acqua bollente e lascio andare per circa 40-50 minuti in base alla grandezza del polpo.
Aggiungo un pizzico di sale.

macco di fave finocchietto e polpo bollito

La crema di fave 

Nel frattempo mi sono ricordato di avere in congelatore delle fave, quindi le ho buttate, in un soffritto di cipollina fresca, olio, ed acqua fino a coprire tutto.

Poi il tutto andrà frullato a cottura ultimata.

Per dare un tocco molto particolare alla crema di fave, aggiungere una manciata di foglie di finocchietto selvatico tritate finemente, oppure qualche seme della stessa pianta, ma questo quasi a fine cottura.
Naturalmente salare a piacere.
Anche qui la cottura potrebbe variare dai 15 ai 20 minuti o secondo i vostri gusti.

La cottura del polpo prosegue...

Non so dove l'ho letto, e non ricordo chi me lo ha detto, ma io aggiungo dopo una mezzora di bollitura nel polpo, un pizzico di bicarbonato, e lascio evaporare, visto che reagisce parecchio, creando un'abbondante schiuma, forse perché si crea un ambiente molto acido.


Di solito dopo mezzora, inizio a punzecchiare il polpo con una forchetta per testarne la morbidezza, e verificare il sapore, che di solito non è mai molto salato, ma potrebbe anche non richiederne l'aggiunta.

A parte preparo poi un battuto di olio, un pizzico di sale se all'assaggio il polpo risulta insipido, prezzemolo tagliato fine. Se faccio l'insalata aggiungo succo di limone e una puntina di aceto, ma in questo caso questi acidi non li consiglio, perché possono contrastare la crema di fave.

La crema in preparazione

Le fave appena cotte vanno frullate della consistenza desiderata, ed ottenuta la crema va adagiata sul fondo del piatto, poi se volete fare un po' di scena mettete le parti finali dei tentacoli, arricciate, in evidenza, oppure sbizzarritevi tagliando a dischetti precisi i tentacoli, magari togliendo la pelle e non le ventose.


ricetta polpo su crema di fave

Se voi avete metodi e trattamenti diversi per ottenere il polpo morbido, seguite pure la vostra strada, anzi indicatemi nei commenti come fate.

Volete altre idee per cucinare dei piatti di mare, QUI delle ricette di pesce


CONVERSATION

0 commenti:

Posta un commento

Back
to top