Piadina di grano saraceno

Piadina con farina di grano saraceno, senza lievito, senza olio, senza glutine


Vi propongo una piadina alternativa, al grano saraceno.

Non essendo un cereale, non ha glutine, ed è un validissimo surrogato del mais e del riso, per chi non mangia cereali a prescindere che siano con o senza glutine.

Non è finita qui.

Non userò grassi  nell'impasto, ne vegetali ne animali, quindi è un prodotto adatto ai vegani.

Attenzione a non usare la farina di grano saraceno scura, perché ha un sapore piuttosto forte, ed è piena di pezzetti forse derivati dalla buccia del seme, una sorta di cuticola, che non a tutti piace sotto i denti, ma controllate che sia più chiara possibile, quasi bianca, con al massimo piccolissimi puntini scuri, che ha un gusto molto più delicato.


Io utilizzo la farina scura come spolvero per non far attaccare gli impasti sul ripiano e non sprecare l'altra farina, quella più  fine.

Ingredienti


100 g di grano saraceno chiara
100 g di acqua
10 g di cuticola di psillio
3 g di sale

L'impasto si prepara velocemente e vengono fuori un paio di piadine di poco più di 1 etto.

Preparare l'impasto della piadina di grano saraceno


Mischiate la farina, la cuticola di psillio ed il sale in un contenitore asciutto. Poi versate l'acqua poco alla volta. Non temete se l'impasto inizialmente vi sembrerà sabbioso, sfarinato e poco coeso.

(Trovate la cuticola di psillio presso rivenditori di cibo biologico oppure online. Sotto il link per acquistarla su Amazon.)



Impastate continuamente, anche con le mani fino ad ottenere una palla, leggermente umida che non si attacca la ripiano.

La cuticola di psillio tenderà a compattare l'impasto una volta a contatto con l'acqua.

Fate riposare per qualche minuto l'impasto.

Cottura delle piadine di grano saraceno


Qui per non far attaccare l'impasto uso uno spolvero di farina di grano saraceno scura, ma potete usare anche farina di riso se non vi crea problematiche.

Fate 2 palline uguali e stendetele con cautela con il mattarello. Visto che non c'è glutine i bordi tenderanno a fessurarsi, ma se stendete piano, girando il disco spesso e stendendolo delicatamente viene bene.

Io le stendo per bene e non le lascio troppo spesse.

Al massimo potete regolarizzarlo usando una ciotola rotonda sopra e togliete l'impasto in eccesso, con un coltello.

Io poi ungo leggermente la padella, ma potete omettere l'olio se avete una pendola antiaderente per piadine, aspetto che sia calda la superficie e cuocio i dischi fin quando non sono ben dorati.

Non ho un tempo preciso, forse massimo 5 minuti, ma dipende anche dallo spessore della piadina.



Fatele raffreddare leggermente e conditele a vostro piacimento. Il mio consiglio, non vegano: maionese, bresaola, carpaccio di manzo o petto di tacchino e fettine, ed insalata, ma potete spaziare moltissimo usando pesti di verdure, uova, formaggi di soia e chi più ne ha ne metta!

Come vedete dalla foto la piadina si può arrotolare e piegare su se stessa senza spaccarsi grazie alla cuticola di psillio, indispensabile negli impasti senza glutine.

CONVERSATION

0 commenti:

Posta un commento

Back
to top